Indicazioni sulla gestione dei casi di Covid-19

Gentili Famiglie,
Regione Lombardia ha pubblicato le prime indicazioni operative per la gestione di casi e focolai di SARS-CoV-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell’infanzia in attuazione del DPCM 7 settembre 2020, che verranno aggiornate in base all’evoluzione del quadro epidemiologico.

 

Di seguito gli aspetti salienti che riguardano docenti e alunni 0-14 anni.


PUNTI TAMPONE

Verranno organizzati nei prossimi giorni dei PUNTI TAMPONE presso alcuni presidi ospedalieri per garantire una riduzione dei tempi di esecuzione e refertazione del tampone, sia per gli studenti che per il personale docente. A tal fine le ATS e le ASST dovranno consentire l’accesso senza prenotazione e con autocertificazione della motivazione per gli studenti), che presentino sintomi a scuola o fuori dall’ambiente scolastico.


I punti tampone, accessibili tutti i giorni dal lunedì al sabato indicativamente dalle ore 9.00 alle ore 13.00, dovranno garantire una offerta di almeno 4 ore al giorno. I laboratori dovranno processare i tamponi che provengono dai punti tampone in giornata. Gli esiti saranno disponibili sul Fasciolo Sanitario Elettronico.

 


PERCORSO DI IDENTIFICAZIONE DEI CASI

Il percorso previsto varia a seconda del soggetto interessato (studente o docente), dell’età dello studente e del contesto in cui si presenta la sintomatologia (scuola o domicilio).

 

Studenti da 0-14 anni (dal servizio educativo per la prima infanzia a tutto il ciclo di scuola secondaria di primo grado)

  • Se i sintomi si presentano a scuola, il genitore accompagna il figlio al punto tampone con modulo di autocertificazione e comunque prende contatti con il proprio Pediatra di Libera scelta (PLS).
  • Se i sintomi si presentano al proprio domicilio, il genitore del bambino contatta nel più breve tempo
    possibile il proprio pediatra di Libera Scelta e, in caso di indicazione di sottoporre il figlio a tampone, lo accompagna al punto tampone con modulo di autocertificazione (vedi modello Reg. Lomb.).


GESTIONE DEI CONTATTI STRETTI

L’isolamento domiciliare fiduciario dei contatti stretti può essere disposto unicamente a seguito di positività del tampone CoviD-19. Sono considerati contatti stretti di caso gli studenti dell’intera classe (presenti nelle 48 ore precedenti), come previsto dal Rapporto ISS allegato al DPCM del 7 settembre 2020. Spettano comunque al Dipartimento di Igiene e Prevenzione sanitaria (DIPS) delle ATS le valutazioni per la disposizione di isolamento domiciliare fiduciario di tutti i soggetti ritenuti contatti stretti.

 


RIAMMISSIONE A SCUOLA

La riammissione in collettività avviene:

  • A seguito di esito negativo del tampone effettuato al soggetto sintomatico (il pediatra o il medico curante valuta se ripetere il test a distanza di 2-3 giorni). Il soggetto deve comunque restare a casa fino a guarigione clinica e a conferma negativa del secondo test. L’accesso al punto tampone non prevede prenotazione.
  • A seguito di esito negativo del tampone effettuato dal soggetto in isolamento domiciliare fiduciario in quanto contatto stretto di caso (tampone preferibilmente eseguito in prossimità della fine della quarantena).
  • A seguito di guarigione dal CoviD-19 (quarantena di almeno 14 giorni - doppio tampone negativo a distanza di 24/48 ore l'uno dall'altro)

Il medico o il pediatra, acquisita l’informazione del tampone negativo del paziente, rilascia l’attestazione di riammissione sicura in collettività.


Nel caso in cui lo studente non venga sottoposto a tampone in quanto la sua sintomatologia non è riconducibile a CoviD-19 (allergie, altre patologie) il medico curante o il pediatra indicherà alla famiglia le misure di cura e, in base all’evoluzione del quadro clinico, valuterà i tempi per il rientro al servizio educativo/scuola.


La scuola richiede un’autocertificazione che attesti la motivazione dell’assenza e il rientro in comunità.

 

 

In caso di assenza per sintomatologia riconducibile a indisposizione o in caso di assenza per vacanza, chiediamo di inviare una certificazione simile al modulo allegato all’indirizzo arosio@montessori-milano.it, indicando nell’oggetto il nome del bambino e la classe.

 


Ulteriori aggiornamenti

31/10/20

 

 

21/09/2020