News ed Eventi
Lettera Opera Nazionale Montessori

 

 

Cari amici montessoriani,
molti di voi scrivono, direttamente a me o agli uffici dell’ONM, chiedendo in vario modo sostegno per la riapertura delle scuole a metodo Montessori del prossimo settembre.


Con questo messaggio, di cui ho condiviso i contenuti con alcuni membri del Consiglio Direttivo dell’ONM, cerco di fornire, per quello che si può, il sostegno richiesto e di spiegare quali sono gli oggettivi limiti in questo periodo di emergenza sanitaria delle nostre azioni.


Innanzitutto deve essere chiaro che l’ONM, come chiunque abbia a cuore la scuola intesa quale luogo in cui si creano relazioni preziose per la crescita armonica del bambino, ritiene che la DaD sia stato un necessario ripiego rispetto alla vera esperienza educativa, che è quella in presenza. Questa posizione non è scontata, soprattutto per la didattica relativa ai ragazzi più grandi: si sente parlare in varie sedi, anche autorevoli, del fatto che l’emergenza sanitaria sia stata una occasione per scoprire che la didattica a distanza può essere una dimensione educativa molto positiva, se integrata con attenzione a una didattica in presenza.


Alla luce delle esperienze di questi mesi ci siamo convinti, invece, che ogni ora di scuola sostituita da una pur eccelsa didattica a distanza è una perdita secca, da un punto di vista educativo, per i bambini. Questa convinzione non è dovuta solo all’osservazione (che pure dovrebbe essere un criterio sufficiente), ma anche al confronto delle ricerche pedagogiche e neuroscientifiche recenti con le modalità di educazione a distanza.


In secondo luogo, va sottolineato il fatto che nelle linee guida governative relative alla riapertura di settembre non ci sono prescrizioni che rendano impossibile il regolare svolgimento dell’attività montessoriana nelle classi. Chi afferma che non è possibile, per motivi sanitari, svolgere attività con i materiali, e quindi che non è possibile tenere aperte le sezioni a differenziazione didattica Montessori, si assume la responsabilità di non permettere un’esperienza educativa che le linee guida ufficiali non chiedono di interrompere.


Naturalmente una serena discussione nei consigli di classe, in cui vengano messe a confronto le necessità di sanificazione dei materiali e degli ambienti, con le difficoltà gestionali e i costi, con quelle relative alla pedagogia Montessori, può condurre a soluzioni che potranno essere, per un certo periodo, leggermente diverse dalle pratiche usuali. Alcuni pilastri della pedagogia montessoriana, peraltro, potranno essere vissuti pienamente, e forse anche sottolineati maggiormente, all’interno dei vincoli che l’emergenza sanitaria ci impone.
Per esempio l’autonomia, la cura di sé e degli altri, la libertà che significa scegliere la propria attività compatibilmente con le scelte dei compagni, sono temi che nei prossimi mesi potranno essere vissuti fino in fondo dai bambini.

 

Tuttavia va anche ribadito che il rigore del nostro paese nell’affrontare l’emergenza sanitaria ha portato frutti evidenti: dopo un inizio devastante, la pandemia in Italia si è molto ridotta, e oggi siamo uno dei paesi europei con il tasso di nuovi contagi più basso. La tutela della vita umana è un principio essenziale della nostra convivenza, e dunque siamo pronti a fare la nostra parte, con tutto il rigore necessario, per far sì che il prezzo del contagio in
termini di vite umane sia tenuto più basso possibile.


Su questi punti, e su altre questioni ugualmente importanti, siamo in continuo contatto con le istituzioni, alle quali ci rapportiamo con la doverosa chiarezza, ma anche con rispetto per le difficili scelte che il momento richiede.


I migliori auguri di buon lavoro a tutti coloro che a partire da settembre daranno il loro contributo per trovare il miglior compromesso possibile tra una scuola di qualità e l’attenzione a contenere la terribile emergenza sanitaria che siamo chiamati a fronteggiare.


I miei migliori saluti
Il Presidente
Prof. Benedetto Scoppola


04/08/2020
Casa dei Bambini Scuola Montessori Onlus
Via Arosio, 3 20148 Milano - Tel 02 4045694 - Fax 02 4045694 - Bilancio sociale - Privacy policy - Cookie policy - Sito web by Click Us